Lavorare come freelancer sul web – 6 siti che possono aiutarti

Abbiamo parlato spesso di come crearsi un lavoro o mettersi in proprio. Una delle soluzioni più classiche, sopratutto per chi lavora con la rete, è quella di tentare la via del freelancer.

MA CHI SONO I FREELANCER?

I freelancer sono quella categoria di lavoratori che, provvisti di Partita IVA individuale o Ritenuta d’Acconto, offrono i propri servizi a diversi fruitori, come fossero una piccola azienda formata da una persona sola.
I loro servizi possono essere i più disparati, da quelli grafici a quelli legali e così via.
Non ne sei ancora convinto di metterti in proprio? Dai un’occhiata qui
La vita di un freelancer, però, non è certo semplice. Bisogna essere in grado di procacciarsi il lavoro per conto proprio affidandosi al proprio charme e carisma prima ancora che alle proprie capacità personali nell’ambito lavorativo. Spesso, poi, chi comincia con il lavoro di freelancer sono i più giovani, neo-laureati o ancora studenti che vogliono racimolare qualche soldo extra. Questo comporta una mancanza di esperienza che spesso vale un secco no dai potenziali clienti.

COME FARE, QUINDI, A TROVARE QUALCHE LAVORO COME FREELANCER?

Il metodo migliore è sicuramente quello di fare pubblicità a noi stessi, ovviamente non si parla di grosse campagne pubblicitarie televisive o sulle riviste, ma ci sono altri modi.
Primo tra tutti è quello di crearsi un sito personale dove si dice chi si è, quello che si fa e si mostrano, nel caso il nostro lavoro lo consenta, alcuni esempi di quello che sappiamo fare – il classico portfolio insomma . Certo, è importante che il nostro sito sia visibile sui motori di ricerca etc. perché possiamo essere trovati direttamente dal web, ma non è quello, al momento, il nostro scopo principale. Quello che vogliamo fare è offrire ai nostri potenziali clienti un modo per vedere che esistiamo davvero, che sappiamo fare qualcosa al di la della nostra mancanza di esperienza oggettiva in campo lavorativo. Un sito web personale, oramai, è un biglietto da visita fondamentale per chi decide di lavorare come freelancer.
Un altro passo molto importante è quello di “crearsi un portfolio” e non solo di clienti. Esistono siti, destinati al mondo dei freelancer, che aiutano proprio in questo passo, dando la possibilità di entrare in contatto con i clienti più disparati e ampliando il proprio portfolio. I siti qui sotto riportati non sono da confondere con i siti a concorso, dove, eseguito il proprio lavoro, non si ha la certezza di essere scelti e quindi retribuiti. Qui il processo è l’inverso … prima si viene scelti e poi si inizia a lavorare.

OK, SONO PRONTO, VOGLIAMO I LINK

I link sotto riportati fanno riferimento a siti internazionali, dove i lavori spesso vengono richiesti in lingua inglese o altre lingue e per lo più, salvo un paio di eccezioni (i primi link inseriti) sono destinati ad un gruppo di freelancer legato al mondo del web e dei media. Ma non scoraggiatevi e provate a dare un’occhiata.

FREELANCER.COM
freelancer.com
Freelancer.com è un sito basato sul sistema di asta online, al contrario di molti siti per concorsi, questo sito permette al cliente di fare una richiesta alla community indicando il range di budget a sua disposizione. Saranno quindi i diversi freelancer interessati al progetto a proporsi dando il prezzo per le loro prestazioni (ovviamente è gioco forza rimanere quanto più vicino al budget del cliente con la nostra offerta). Ogni freelancer potrà caricare un suo mini-portfolio mostrando così cosa sa fare, in più avrà la possibilità di ricevere commenti dai clienti con cui lavorerà, in modo da incrementare la sua “fama” all’interno del sito.
Ovviamente, una volta iscritto, potrai essere anche contattato direttamente dal cliente senza bisogno di passare dal sistema di aste.

ELANCE.COM
elance
Elance.com funziona in maniera leggermente differente rispetto a freelance.com, presentandosi più come una bacheca per i freelancer per far sapere al mondo che esistono e che sono pronti a lavorare sui diversi progetti in base alle loro competenze.

GURU.COM
guru
Il sistema di Guru.com è ad aste come quello di freelancer.com differenziando le pagine in caso tu sia un cliente o un freelancer in cerca di lavoro. Al contrario di freelancer.com, però, non ti sarà possibile vedere le offerte degli altri freelancer, forse un’impostazione migliore da questo punto di vista.

ODESK.COM
odesk
Non è ben chiaro il funzionamento di questo sito senza iscriversi, ma si direbbe che, al contrario dei precedenti dove è possibile fare un’offerta per il lavoro, qui venga permesso di proporsi per il lavoro, stando però ai prezzi e ai tempi esposti in bacheca dal cliente.

IFREELANCE.COM
ifreelancer
Come la maggior parte dei precedenti, è un sito che si basa su un sistema ad aste, con offerta nascosta. La differenza rispetto ai precedenti è la mancanza, da parte del cliente, di un tetto budget specificato.

PEOPLEPERHOURS.COM
peopleperhour
Come i precedenti, anche Peopleperhours.com è un sito basato su un sistema ad aste, ma, al contrario, oltre ad avere la possibilità di fare un’offerta unica per tentare di aggiudicarsi il lavoro, è anche possibile offrire i propri servizi un tot all’ora.