WiFi Poster per un nuovo concetto di movie marketing

Quanti di noi si sono trovati spesso da Starbucks a bere caffe costosi solo per poter approfittare della WiFi gratuita? Forse non sarà più necessario!

Dalla Korea del Sud, infatti, arriva una piccola rivoluzionaria idea per gli amanti del cinema.

wifi poster

L’idea nasce dal rendere nuovamente visibile il media del poster, oramai sempre più dimenticato a lati delle strade e sui muri delle metropolitane. Il WiFi Poster fa esattamente quello che promette: permette l’accesso gratutio ad una WiFi a chi è nelle vicinanze del poster stesso. Ma come funziona?

Lo abbiamo visto spesso, sempre più gente gira per le strade con il proprio smartphone alla mano, intenti a chiamare o navigare sul web. Il WiFi Poster permette di collegarsi ad una rete gratutita che porta il nome del film che il poster stesso pubblicizza; facendo un esempio pratico, se dovessimo pubblicizzare il film di Ironman di prossima uscita, la WiFi si chiamerebbe FREE Ironman… certamente un nome che attira!

Una volta avuto accesso alla Wireless, quindi, automaticamente si verrà trasportati nel sito del film dove si potranno avere informazioni sulla trama, sui personaggi e attori o anche vedere il trailer del movie e acquistarne direttamente i biglietti.

Non è chiaro se sarà possibile sfruttare questa connessione per navigare altrove sulla rete oltre che nel sito del film, ma è certo che questo porterà molte persone a lasciare i cafè privati e spesso fin troppo costosi per muoversi per la città, radunandosi davanti a questi poster, permettendo, così, anche l’incontro di persone simili con gli stessi gusti.

Il video di presentazione di questa nuova idea assomiglia molto a quelli dei grandi blockbuster americani, con tanto di profonda voce fuori campo e toni dark ricchi di souspance!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Quella dello Studio sud koreano Cheil è stata sicuramente un’idea creativa e innovativa che potrebbe cambiare la nostra concezione dei comuni poster. Ciò non porterebbe solo vantaggi ai produttori del film stesso che, come spiegato nel video qui sopra, vedrebbero incrementati gli afflussi di gente sul sito e al cinema, ma anche per le persone che potrebbero incontrarsi con gente interessata ancora prima di entrare in sala.

DVice.com

Giorgia R.

Giorgia Rizzoli si è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano in Nuove Tecnologie per l'Arte. Appassionata di Web e Motion Design, si occupa del sito di CommunicAnimation dove collabora anche come Web Master e Motion Designer

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Leave a Reply

avatar
Go to top

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi